Convertitore dollaro euro

Crisi greca, euro in tensione

15.mag.2012
I timori, oramai quasi certezza, di nuove elezioni per cercare di risolvere l’intricata questione politica greca stanno mettendo in sofferenza l’euro nei confronti del dollaro.

 

La moneta unica, dopo aver perso nei giorni passati gli 1,30 ora si riporta pericolosamente in zona 1,26. E’ un livello di supporto molto importante, che se rotto al ribasso aprirebbe scenari nel breve – medio periodo per una spinta ribassista fino ad 1,20.

 

C’è da notare che l’RSI a 14 (indicatore di analisi tecnica molto utilizzato) evidenzia una situazione di ipervenduto e quindi il supporto dovrebbe essere riconosciuto, almeno al primo tentativo di sfondamento.

 

Il grafico che alleghiamo è abbastanza dimostrativo di quanto spazio c’è al ribasso in caso di rottura del supporto, chiaramente è una situazione grave per tutta l’economia europea, ma si dimostra un’ottima occasione per chi investe nel forex a causa dell’enorme volatilità che è tornata nel mercato.

 

Cliccare per allargare il grafico

 

 

ConvertitoreDollaroEuro.it